X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto

TORNA PICCOLO FESTIVAL FVG

03 APRILE 2015 | 12:18

Immaginate luoghi suggestivi, siti ricchi di storia, antichi dimore, vecchi mulini: torna Piccolo Festival FVG e porta la musica nei luoghi più belli della regione.

Giunto all’ottava edizione, il Piccolo Festival del Friuli Venezia Giulia annuncia tra il 3 e il 12 luglio 2015, una programmazione di alto livello: da non perdere sarà il “Don Giovanni” di Mozart che riporta la grande lirica a Villa Manin di Passariano (UD) dopo 11 anni e nel Cortile delle Milizie del Castello di San Giusto a Trieste dove mancava dal 1971.

“Sull'esempio di altri Festival europei – spiega il direttore artistico Gabriele Ribisil nostro intento è quello di consolidare una manifestazione che, attraverso l'opera e  la grande musica, diventi vetrina della Regione e possa allo stesso tempo costituire un veicolo di indotto in particolare per il comparto turistico di fascia medio-alta.

Il Piccolo Festival si rafforza quindi nella propria visione con l’intento di essere riconosciuto come la rassegna operistica estiva della regione: la missione è quella di trasmettere la musica - e l’opera lirica in particolare – come occasione privilegiata di turismo culturale, di promozione e valorizzazione del territorio.

“A fronte di un programma di grande pregio – sottolinea infatti il direttore di TurismoFVG Michele Bregant – la collaborazione e le sinergie in atto tra TurismoFVG e il Piccolo Festival possono ampliare il bacino del potenziale pubblico puntando a spettatori in arrivo da Slovenia e Austria, che potranno anche apprezzare le peculiarità enogastronomiche del nostro territorio”.

Il programma 2015, caratterizzato quest’anno dal titolo “Dimore di gloria”, è “cucito” dalla direzione artistica su ogni singolo luogo scelto, tenendo conto della sua storia, del paesaggio circostante e delle sue caratteristiche architettoniche. Ecco che l’elegante cornice veneta di Villa Manin, l’imponente Cortile delle Milizie del Castello di San Giusto, gli spalti a picco sul mare del Castello di Duino e altri bellissimi siti artistici si trasformeranno in scenografie naturali per la musica. Mentre l’Abbazia benedettina Santa Maria in Sylvis di Sesto al Reghena (PN) ospiterà per la prima volta i “Carmina Burana”.

Con quest’obiettivo l’organizzazione 2015 ha costruito un’offerta completa che unisce esperienze e percorsi fatti di musica, storia, conoscenza e sapori. Gli spettacoli saranno abbinati ad aperitivi, menù e degustazioni di prodotti locali che verranno serviti prima, dopo o durante le rappresentazioni; inoltre, prima degli spettacoli, saranno previsti momenti d’introduzione all’ascolto e di approfondimento tenuti da musicologi ed esperti.

 Musica e territorio, una formula turistica vincente: ne è dimostrazione il successo ottenuto dal Piccolo Festival durante “Ferien”, la Fiera internazionale del Turismo di Vienna che ha registrato grande interesse fra pubblico ed operatori turistici e dove sono state avviate proficue collaborazioni tra cui quella con Promotrieste e Lignano Holiday.

www.piccolofestival.org

CONDIVIDI