X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto

GRAN FINALE DI IKARUS DOMENICA 17 OTTOBRE CON ESCURSIONI, ARTE E STORIA

13 OTTOBRE 2021 | 10:17

La prima edizione di Ikarus Green Belt Festival si avvia verso il gran finale: sei settimane di programmazione per circa 60 eventi tra concerti, passeggiate, teatro e mostre e oltre mille persone presenti che hanno potuto scoprire i territori della Green Belt del Friuli Venezia Giulia che corrono lungo il confine con la Slovenia dalle Alpi alle Valli del Torre e del Natisone e fino al Collio. 

Ikarus è nato con l’idea di valorizzare i territori e i piccoli borghi della Green Belt transfrontaliera unendoli in un obiettivo di crescita comune e condivisa. Possiamo affermare con molta soddisfazione di aver raggiunto l’obiettivo attraverso eventi di qualità che hanno ottenuto grande coinvolgimento del pubblico e ottimi numeri  – commenta Luca Postregna, Sindaco di Stregna, comune capofila del progetto.

Siamo riusciti ad unire la conoscenza dei luoghi alla massima sostenibilità ambientale degli eventi e abbiamo costruito un gruppo di lavoro che unisce realtà molto diverse, pubbliche e private. Il coinvolgimento delle aziende locali è stato una grande valore aggiunto: ringrazio tutte le realtà che si sono messe a disposizione dell’organizzazione e che così hanno potuto farsi conoscere da vicino”.

Domenica 17 ottobre Ikarus fa ritorno nelle Valli del Natisone, a Tribil Superiore, nel comune di Stregna.

La giornata inizia con le Passeggiate di Ikarus e quattro percorsi dal grande valore storico e naturalistico: La camminata nei castagneti alla ricerca delle tane e delle tracce di alcuni abitanti dei boschi, La grande guerra sul monte Hum, alla scoperta delle strade e delle mulattiere militari, dei trinceramenti, delle gallerie e delle postazioni di artiglieria creati dai soldati italiani e anche dai lavoratori civili impiegati dall’esercito, l’escursione micologica con un esperto che insegnerà  a riconoscere i funghi e il loro ambiente nei prati e boschi del Comune di Stregna e infine Natranke, sulla via dei contrabbandieri, il percorso in cui incontrare segnali e vecchi codici da decifrare.

Chi partecipa alle camminate può prenotare il “Pranzo del Burnjak”, in occasione della Festa delle Castagne a Tribil Superiore, una delle più tradizionali manifestazioni enogastronomiche delle Valli del Natisone. 

Alle ore 14 spazio all’arte del territorio, con l’inaugurazione dell’installazione permanente “Premesse, storia, ambiente” di Gianni Osgnach, artista e designer di fama internazionale che, dopo i grandi successi ottenuti in Italia e all’estero, torna nelle “sue” Valli realizzandoper il comune di Stregna un oggetto in acciaio inossidabile con due parti che si confrontano, posizionato quasi orizzontalmente a circa 30 cm da terra: una rappresentazione della frontier, come luogo di pacifico confronto, scambio, conoscenza, evoluzione, creazione di realtà nuove.

Ikarus è vincitore dell’avviso pubblico "Borghi in Festival" promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura. La partecipazione agli eventi è gratuita, la prenotazione è obbligatoria tramite registrazione sul sito www.ikarusfest.eu. Obbligo di esibizione del Green Pass.

 

 

 

CONDIVIDI