X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto

GOCCIA DI CARNIA FA PIÙ "GREEN" IL FRIULI DOC

14 SETTEMBRE 2015 | 11:25

Il compattatore per il PET posizionato da Goccia di Carnia in piazza San Giacomo ha raccolto oltre 4.000 bottiglie, pari a circa 160 chili di plastica con un risparmio di 36 metri cubi di imballaggi, 30 cassonetti riempiti in meno e garantendo -60% dell’energia necessaria alla trasformazione del materiale e -70% di CO2 emessa.

Obiettivo raggiunto quindi per l’iniziativa promossa dall’acqua ufficiale di Friuli Doc e da Natura 3, team di professionisti friulani specializzati nell’educazione ambientale: il compattatore utilizzato, infatti, riduce l’ingombro della plastica fino al 90% del volume abbassando drasticamente i costi di stoccaggio, trasporto e della filiera del ciclo di recupero e riutilizzo del materiale che può essere conferito direttamente alle industrie di trasformazione con notevole risparmio di tempo e denaro.

Grazie al compattatore, la raccolta differenziata durante Friuli Doc è diventata un gioco per le famiglie e soprattutto per i bambini che hanno imparato divertendosi come un’azione semplice come buttare una bottiglia di plastica possa migliorare l’ambiente in cui vivono. Per ottenere più punti, la raccolta si è trasformata per i più piccoli in una vera “caccia al tesoro” alle bottiglie vuote sui tavoli.

Fondamentale per raggiungere un numero così importante è stato il supporto degli stand che raccoglievano interi sacchi di bottiglie e li portavano al personale di Goccia di Carnia: l’azienda ci tiene a ringraziare per la preziosa collaborazione tutti gli stand e in particolare i più “virtuosi”, quello del Rojale e quello Carnia Welcome.

I tappi delle bottiglie sono stati raccolti a parte e saranno donati a Via di Natale, la ONLUS pordenonese che fornisce assistenza sanitaria e sociale a pazienti oncologici e alle loro famiglie.

 

CONDIVIDI