X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto

AUTOSTAR SFIDA URSUS

01 GENNAIO 2012 | 00:00

Una MINI sospesa a 40 metri d'altezza alla gru Ursus, uno dei simboli della città di Trieste, proprio davanti a piazza Unità e alle Rive. E' l'installazione "Autostar sfida Ursus" ed è la prima volta che Ursus, il pontone galleggiante alto più di 80 metri, viene utilizzato per "appendere" un'automobile.

Tecnologia e industria: ecco le due parole chiave dell'evento che unisce passato e presente all'interno del Porto Vecchio di Trieste, il luogo che racchiude le più grandi opportunità di crescita economica, sociale e culturale non solo per la città di Trieste, ma per tutto il Friuli Venezia Giulia.

Nel 2014 Ursus compirà 100 anni e l'automobile che in questi giorni pende dai suoi cavi è una MINI, da 10 anni brand del Gruppo BMW, nella versione limitata MINI John Cooper Works che celebra i 150 anni dell’Unità d’Italia.

“Oggi la competitività nel settore delle auto si basa su solidità finanziaria, preparazione manageriale a tutti i livelli, investimenti in formazione e capacità di gestire più marchi con più sedi - spiega Arrigo Bonutto, Presidente del Gruppo. - Solo con queste basi è possibile penetrare nuovi mercati in modo vincente e durevole. A ciò si aggiunge intraprendenza: e arrivare da Udine a Trieste e Gorizia per noi è una grande sfida”

È stata una vera sfida perché l’operazione di sollevamento dell’auto, all’apparenza semplice visto che Ursus ha una portata di 150 tonnellate, ha richiesto invece una giornata intera di lavoro e un notevole coordinamento di uomini e mezzi e di permessi per la sicurezza.
Autostar non ha affrotato Ursus da sola: il lavoro è stato possibile grazie alla Midolini F.lli di Udine che ha fornito gru, trasporti, mezzi e coordinato studio di fattibilità e lavori e a Vertigine, la società di Trieste specializzata in lavori in altezza su corda con tecnica speleo alpinistica.
 
ALTEZZA dell’auto in sospensione: 40 metri
PESO dell’auto: 1500 chilogrammi
1 GRU di Midolini da 50 metri di braccio + altri 28 metri di tralicciato fisso
3 AUTOARTICOLATI per trasportare le zavorre e i tralicci della gru
ZAVORRE: in ferro da 40 tonnellate
1 LASTRA in acciaio dello spessore di 4cm su cui posizionare la macchina
CAVI in acciaio da 26 metri e altri cavi per lo scambio tra la gru e Ursus
4 FASCE in poliestere per l’aggancio sulla macchina
IMBRAGATURE di catena per gli operatori di Vertigine che hanno fissato la macchina ai cavi posizionati su Ursus.

www.autostargroup.com

CONDIVIDI